Una bandiera per Lea Garofalo

LUNEDÌ 14 OTTOBRE 2013

Una bandiera per Lea Garofalo, un piccolo gesto di partecipazione.

Da sabato mattina, due bandiere sono esposte fuori dalla sede municipale di Arese a ricordo di Lea Garofalo, testimone di giustizia, uccisa il 24 novembre del 2009, dopo essere stata interrogata e torturata dall'ex compagno Carlo Cosco e da altri uomini legati dal codice d'onore della 'ndrangheta.

"Come Amministrazione, ci siamo sempre impegnati in un percorso di trasparenza e legalità – ha dichiarato il Sindaco, Michela Palestra. Esporre la bandiera è un piccolo gesto di partecipazione che ci consente di aderire alla campagna di Libera, che negli ultimi due anni ha sostenuto Denise nel processo per l'omicidio di sua mamma Lea. È importante ricordare la figura di questa donna coraggiosa che, come si legge anche sul sito di Libera, ha testimoniato per la dignità di tutti noi, contrapponendosi a ogni omertà, e sono questi i valori che vogliamo trasmettere alle nuove generazioni. Proprio per questo motivo, invitiamo le scuole di Arese e tutti i cittadini a esporre la bandiera con il volto di Lea".

Il 19 ottobre 2013 si celebreranno a Milano (piazza Beccaria, alle 10.00) i funerali di Lea Garofalo, alla presenza del Sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, e del fondatore di Libera, Don Luigi Ciotti. Nel pomeriggio, alle 14.00, si procederà all'intitolazione di viale Montello (Milano) a Lea, proprio di fronte al luogo dove per anni ha vissuto insieme alla figlia. Sarà un'occasione per ricordare insieme, attraverso letture, gesti e musica, il coraggio di questa donna.

Ricordiamo che le bandiere sono prenotabili scrivendo al Presidio di Libera "Giorgio Ambrosoli" di Arese (pres.arese@libera.it) al costo di 4 euro.

Per saperne di più: www.libera.it

Salta Calendario
<   Aprile 2021   >
Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Elenco Menu