Coronavirus ad Arese

VENERDÌ 1 MAGGIO 2020

Oggi il portale dei dati ATS registra 2 nuove guarigioni, che accogliamo con sollievo nella speranza che anche altri concittadini possano presto tornare ai propri affetti.

Ad Arese siamo arrivati a 139 persone positive al Covid 19 (tra cui 25 decessi e 40 guarigioni) dall’inizio dell’emergenza. Non risultano ancora caricati sul portale ATS gli ultimi casi positivi nella Casa di riposo.

La situazione in Lombardia resta pressoché costante, ma mi preme richiamare la vostra attenzione sulle prossime riaperture di lunedì 4 maggio, una data che segna una prima ripartenza.

Gli ultimi provvedimenti adottati dal Governo permettono un allentamento delle restrizioni, ma dobbiamo agire con cautela e grande senso di responsabilità.

Serve che ognuno di noi rispetti le regole di sicurezza previste per il contenimento del contagio: distanziamento fisico, utilizzo di mascherine e guanti, divieto di assembramenti.

Diversamente, a tutela della salute di tutti, dovremo intervenire e prendere provvedimenti più restrittivi.

Oggi il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dopo essersi rivolto alle istituzioni, ha fatto appello anche ai cittadini chiarendo che il superamento di questa situazione dipende anche dalla «spontanea capacità di adottare comportamenti coerenti, nella comune responsabilità di sicurezza per la salute».

È un “patto di fiducia” che stringo con voi: dimostriamo di aver capito la situazione e comportiamoci in modo responsabile.

Oggi più che mai dobbiamo dimostrare una profonda coscienza civica.

Infine, un pensiero a questo Primo Maggio, Festa dei Lavoratori. L'emergenza sanitaria ha cancellato i tradizionali cortei, concerti e manifestazioni di piazza.

Il mio pensiero e la mia gratitudine vanno a tutti coloro che, anche in questi mesi, non hanno mai smesso di lavorare: medici, operatori sanitari, infermieri, ma anche a tutti coloro che hanno garantito i servizi essenziali e le attività di prima necessità.

Un pensiero anche alle tante famiglie che, purtroppo, hanno perso il lavoro o hanno comunque incontrato grandi difficoltà economiche, come conseguenza indiretta di questa terribile emergenza.

Il mio auspicio, allora, è che ci si possa rialzare presto e guardare alla ripresa, consapevoli che sarà necessario un grande cambiamento rispetto a come eravamo abituati.

L'Italia ha già dimostrato in passato di saper superare tanti ostacoli. Restiamo uniti e, con spirito di sacrificio e determinazione, usciremo anche da questa pandemia.

Per dare supporto in questa situazione difficile, sono attivi diversi servizi:

  • per le persone con più di 65 anni, sole senza rete di parenti, con patologie, in quarantena o in isolamento o in grave difficoltà per le necessità primarie, è possibile chiamare il numero 379 1909759, tutti i giorni h24. A questo numero rispondono i volontari della Misericordia che raccolgono le richieste di supporto. Allo stesso numero è anche possibile chiedere un sostegno psicologico.
  • per chi si sente disorientato e non sa come affrontare questi giorni di isolamento o semplicemente ha bisogno di chiacchierare con qualcuno, perché si sente solo, è possibile chiamare il numero 344 0488729, da lunedì a sabato dalle 10.00 alle 13.00.

Michela Palestra, Sindaca di Arese

Salta Calendario
<   Ottobre 2020   >
Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031 
Elenco Menu