Amministrazione condivisa

VENERD╠ 19 GENNAIO 2018

 
È stato sottoscritto il 18 gennaio 2018 il primo patto di collaborazione. Si tratta della proposta “Adottiamo due parchi di Arese” che l'UNI TER cittadina aveva presentato subito dopo l'adozione del primo Regolamento per la cura, la gestione condivisa e la rigenerazione dei beni comuni urbani e la collaborazione attiva su ambiti di interesse pubblico, approvato all'unanimità in Consiglio comunale lo scorso anno.
 
Sarà dunque UNI TER, insieme al Comune di Arese, a occuparsi dei due maggiori parchi cittadini: il Parco della Roggia di viale dei Platani e il Parco di viale Einaudi.
 
Al di là della formalità dell'atto, UNI TER opera già da tempo per mantenere ordine e pulizia nei nostri  parchi. Siamo molto grati ai volontari che hanno scelto di occuparsi di un bene comune. Questo non significa certamente sostituirsi all'ente pubblico, ma collaborare alla cura di un bene di tutti, mettendo a disposizione il proprio tempo per prendersi cura dell'ambiente in cui viviamo. Come abbiamo detto in altre occasioni, il nostro Comune vanta una consolidata tradizione di partecipazione attiva dei cittadini, che con grande senso di responsabilità contribuisce a un sano sviluppo del territorio”- ha dichiarato il Sindaco Michela Palestra.
 
Ogni settimana un gruppetto di volontari UNI TER (in tutto una ventina), riconoscibile dalla pettorina gialla coi loghi del Comune e di UNI TER, batte a tappeto tutto il perimetro dei parchi, li libera di cartacce, bottigliette e sacchetti vari, si occupa di piccoli interventi di manutenzione e, ove necessario, segnala al Comune la necessità di interventi che richiedano una manutenzione straordinaria o attività particolari. 
 
Speriamo che la sottoscrizione di questo patto sia di esempio e stimolo anche per altri cittadini che abbiano voglia di mettere in gioco le proprie idee e il proprio tempo. L'adozione del Regolamento e del primo patto di collaborazione, per cui ringrazio ancora una volta gli uffici comunali che ne hanno curato la redazione e l'istruttoria, rappresentano un passo importante per rendere i cittadini protagonisti del territorio. Ad Arese, così come in altri Comuni, non mancano  episodi di atti vandalici o danni al patrimonio pubblico, ma non dobbiamo dimenticare che esistono anche tante persone che hanno voglia di riappropriarsi degli spazi pubblici per migliorarne la qualità. Prima dell'adozione del Regolamento, per assurdo, questo non era possibile. Oggi abbiamo uno strumento che dà valore aggiunto alle attività che possono essere promosse dai cittadini secondo il principio di sussidiarietà. In tutto questo, l'Amministrazione non resta a guardare o a delegare ad altri, ma offre la “cornice giuridica” per far emergere e sostenere questa forma di cittadinanza attiva, responsabile e solidale” - ha concluso l'Assessore alla Partecipazione Eleonora Gonnella.
 
Le attività e iniziative che si configurano sotto l’ombrello dell’UNI TER si stanno progressivamente estendendo negli ultimi anni, segno del dinamismo dei nostri soci e del profondo senso civico a supporto della comunità. È positivo vedere come questa aspirazione venga supportata dalle istituzioni creando sinergia e, in definitiva, efficienza nella gestione e protezione del nostro territorio. Dopo il progetto "Gli alberi di Arese", l’adozione dei due parchi cittadini appariva come una naturale estensione, ma non priva di impegno, organizzazione e dedizione. 
Grazie quindi all’entusiasmo dei nostri Senior Rangers nell’assumersi tale responsabilità” - ha aggiunto Alessandro Bossi, Presidente UNI TER-Arese.
 
Ricordiamo che il Regolamento e la modulistica per presentare le proprie proposte è disponibile sul sito, nella sezione Trasparenza e Partecipazione/Amministrazione condivisa.
 
Per info è possibile contattare lo Sportello del Cittadino al n. 02 93527235.
 
In allegato, la foto dei volontari.

ALLEGATI

Salta Calendario
<   Ottobre 2018   >
Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031    
Elenco Menu