Ragazzi e tecnologie

DOMENICA 8 MAGGIO

Da sempre coinvolti nel sociale, da anni nelle fila di Informatici Senza Frontiere ONLUS e dopo aver partecipato a oltre trenta dojo in Lombardia, nell’aprile 2016 alcuni volontari aresini hanno costituito CoderDojo Arese. È una stimolante opportunità per i ragazzi e i giovani aresini… un “sogno” a lungo coltivato che si è potuto realizzare grazie all’alleanza con l’Amministrazione Comunale e lo Spazio Giovani Comunale “YoungDoIt”, con il quale la Sezione Regionale della Lombardia di Informatici Senza Frontiere ha formalizzato un accordo di collaborazione specifico per il territorio aresino.

Siamo orgogliosi che anche Arese possa ospitare un proprio CoderDojo. Come Amministrazione siamo convinti che, oltre a lavorare per sensibilizzare i ragazzi verso un uso responsabile delle tecnologie e della rete, sia fondamentale rafforzare le loro competenze informatiche per permettere loro di sviluppare, in modo divertente, maggiori livelli di alfabetizzazione digitale, al pari dei loro coetanei di altri Paesi Europei, dai quali purtroppo siamo ancora molti distanti in termini di conoscenze e abilità” dichiara il Sindaco, Michela Palestra.

 

Ma che cos’è CoderDojo?

CoderDojo è un movimento no-profit che promuove l’apprendimento della programmazione a bambini e ragazzi. Nato con lo scopo di avvicinare i giovani all’informatica attraverso la realizzazione di incontri gratuiti, rende divertente e socializzante l’attività formativa e favorisce la risoluzione collaborativa dei problemi, aiutando così lo sviluppo della capacità di lavorare in gruppo. Nel nome è ben racchiusa la filosofia del movimento: deriva dall’unione delle parole coder (“programmatore”) e dojo, la palestra giapponese in cui si praticano le arti marziali. Costituitosi a Cork (Irlanda) nel 2011, a gennaio 2016 si contano quasi un migliaio di dojo in 55 diversi Paesi.

 

CoderDojo Arese

Nel suo insieme, il percorso CoderDojo Arese contemplerà svariati argomenti, ciascuno dei quali non si esaurisce con un solo dojo. Il primo incontro, “Coding@YoungDoIt”, domenica 8 maggio, ore 14.30 presso lo Spazio Giovani “YoungDoIt”, prevede un laboratorio di “Scratch” e una demo-session di “mBot” con Arduino, destinato alle ragazze e ai ragazzi tra i 10 e i 14 anni.

L’ambiente “Scratch”, un progetto sviluppato dal MIT a partire dal 2003, è un linguaggio di programmazione con un approccio orientato agli oggetti che consente di elaborare storie interattive, giochi, animazioni, arte e musica, permettendo inoltre di condividere i progetti con altri utenti del web. “Arduino” è una piattaforma italiana di prototipazione elettronica open-source che si basa su hardware e software flessibili e facili da usare. Il robot “mBot” utilizza Arduino e aiuta ad avvicinare i ragazzi al mondo della robotica.

Innanzitutto vorrei ringraziare la Sezione Regionale della Lombardia di Informatici Senza Frontiere, in particolare il suo coordinatore, Pierlorenzo Castrovinci, nostro concittadino, per aver proposto all’Amministrazione comunale di costituire CoderDojo Arese, su base esclusivamente volontaria e con l’imprescindibile sostegno partecipativo dei volontari di CoderDojo Pavia, che ci aiuteranno ad avviare l’esperienza ad Arese, trasmettendo le proprie competenze e la propria passione per l’informatica e il mondo della programmazione ai nostri ragazzi. Lo Spazio Giovani “YoungDoIt”, il cui coordinatore Massimo Giuggioli ugualmente ringrazio, è stato la destinazione naturale di questa proposta rivolta ai più giovani. “YoungDoIt” estende così l’area della sua offerta educativa, diventando un punto di riferimento anche per la promozione della cultura digitale, accanto alle già diverse attività in corso in quest’ambito  (web radio, laboratori di comunicazione digitale all’interno del progetto del Bilancio partecipativo  “Diamo senso al tempo”, il workshop di prossimo avvio per la creazione di un portale multimediale e multipiattaforma aresino, all’interno del progetto d’ambito “I distratti”)” commenta l’Assessore alle Politiche Giovanili, Barbara Scifo.

Crediamo che ancora una volta la strategia della valorizzazione e dell’alleanza con le tante, ma spesso nascoste, risorse umane e professionali presenti nella nostra città sia la via giusta per generare nuove opportunità anche per i più giovani, all’interno di un disegno preciso che tende a voler costruire dei cittadini capaci di orientarsi nel mondo sempre più digitale che li aspetterà” conclude l’Assessore Scifo.

 

Info

Tutti gli approfondimenti sul Dojo dell’8 maggio, sull’iscrizione online gratuita, ma obbligatoria a partire dal 3 maggio, sul regolamento, sulla dotazione necessaria per poter partecipare e sulla possibilità per gli adulti di candidarsi come mentor (facilitatori che accompagnano i ragazzi durante il dojo) sono disponibili qui. Si può anche inviare una mail a coderdojo.arese@gmail.com

Salta Calendario
<   Maggio 2017   >
Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031    
Elenco Menu